Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘legge’


SILVIO BERLUSCONI LEGGE SULLA SICUREZZA.

A 48 ore dall’approvazione del pacchetto sicurezza, nella maggioranza
scoppia il caso della regolarizzazione di colf e badanti. A sollevarlo è Carlo Giovanardi, il sottosegretario con delega alla famiglia, che ha chiesto al premier «di mettere all’ordine del giorno del Consiglio dei ministri un provvedimento d’urgenza, come quello che funzionò benissimo nel secondo governo Berlusconi». Il sottosegretario precisa che non si tratta di una sanatoria indiscriminata, ma di regolarizzare gli extracomunitari che sono in Italia senza un permesso di soggiorno, ma (altro…)

Annunci

Read Full Post »

le ronde

Autore della vignetta Gianni Soria – Il governo approva le ronde.
Dal Senato via libera definitivo al provvedimento che fa diventare illegale l’immigrazione irregolare e consente ai cittadini di organizzarsi in ronde. Durissima l’opposizione, più che perplesso il presidente della Camera Gianfranco Fini. Critiche esplicite da parte del Vaticano. Il Tar del Lazio annulla la norma dell’emergenza nomadi che prevedeva l’identificazione dei bimbi Rom tramite foto e impronte digitali.

Read Full Post »


MESSAGGIO LITTIZZETTO A MARIA GELMINI SULLA SCUOLA A RAI3.
Lo Stato, in particolare il ministero dell’Istruzione, non può ridimensionare la rete scolastica sul territorio perchè si tratta di una competenza delle Regioni. Lo ha stabilito la Corte costituzionale dichiarando parzialmente illegittime alcune norme del decreto sviluppo del giugno 2008, quelle che realizzavano consistenti risparmi di spesa sulla scuola a partire dal prossimo anno scolastico.
Due i punti dichiarati incostituzionali dai giudici della Consulta, alle prese con i ricorsi delle Regioni: l’assegnazione al ministero dell’Istruzione del compito di definire ’criteri, tempi e modalità per la determinazione e (altro…)

Read Full Post »

Aula MontecitorioL’Aula della Camera ha approvato il disegno di legge in materia di intercettazioni. Il testo ora passa al Senato.
I voti a favore sono stati 318, 224 quelli contrari. Un deputato si e’ astenuto. In Aula al momento del voto si sono sentite proteste e il grido “Buffoni, buffoni”.
Un “duro colpo allo svolgimento dell’attivita’ investigatica”. Cosi’ il presidente dell’Anm
Luca Palamara commenta il voto della Camera al ddl intercettazioni. “I delinquenti non verranno scoperti e puniti soprattutto quelli che commettono i reati piu’ insidiosi e che mettono a repentaglio la sicurezza nelle citta’, quali rapinatori e stupratori”.
L’ipotesi di franchi tiratori
Chiesto dall’opposizione, lo scrutinio segreto con cui e’ passato il ddl intercettazioni sembra aver regalato 21 voti in piu’ alla maggioranza. Almeno questo dicono
i numeri sulle presenze nell’aula di Montecitorio.
I conti sono presto fatti alla luce dei numeri che si leggono sui tabulati: il provvedimento e’ passato con 318 voti a favore e 224 contrari. Un solo astenuto (l’Svp aveva annunciato questa intenzione).
Al momento del voto nell’emiciclo erano presenti: 188 deputati Pd, 27 Udc e 25 Idv per un totale di 240 parlamentari. Undici i deputati del gruppo misto, 5 schierati
con la maggioranza e 5 con l’opposizione. Quanto alla maggioranza, 244 i deputati del Pdl e 48 quelli della Lega, cui vanno aggiunti i deputati Mpa( 5), il cui gruppo ha dichiarato in aula voto favorevole per un totale di 297.
Fonte (Ansa).

Read Full Post »