Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘parlamento’


CONFERENZA STAMPA DEL MINISTRO PER LA PARI OPPORTUNITA’ MARA CARFAGNA SULLA REGOLAMENTAZIONE DELLA PROSTITUZIONE 11 SETTEMBRE 2008.

Si intitola “Mara Carfagna, un anno di governo”. Non è la solita, anonima e burocratica, brochure governativa ma qualcosa di più frizzante, adatto al personaggio. Copertina blu Armani (un omaggio allo stilista del cuore), 65 pagine patinate per raccontare tutte le fatiche della ministra e un piccolo book fotografico con 18 scatti autocelebrativi, in cui è sempre lei la protagonista.
Raccontano che Silvio Berlusconi abbia ordinato a tutti i componenti della “squadra” di compilare il bilancio di un anno di attività, ma la Carfagna ci ha messo del suo ed è nato il “book”. Molto personale, fin (altro…)

Read Full Post »


Un libro per riflettere sulla situazione politica, partitica, sociale ed economica italiana e che lancia un grande progetto per il futuro.
Grande attesa per Enrico Letta, che presenterà a Capalbio Libri, il 4 agosto in Piazza Magenta, il suo ultimo libro “Costruire una cattedrale. Perché l’Italia deve tornare a pensare in grande”, edito da Mondadori. Il libro è un manifesto per un Paese che vuole uscire dalla crisi con scelte coraggiose e innovative, senza paura di cambiare se stesso e (altro…)

Read Full Post »


Intervista ad Andrea Camilleri.
Autori: Andrea Camilleri-Saverio Lodato; Editore Chiarelettere-pagine 336.
Chi meglio di Andrea Camilleri può raccontare la tragicommedia che stiamo vivendo? Saverio Lodato ha dato voce al più popolare scrittore italiano che commenta giorno per giorno, dal novembre 2008 al maggio 2009, fatti, misfatti, personaggi e figurine che hanno invaso le cronache di giornali e tv. Ecco in scena le bravate di “Piccolo Cesare” insieme con il terremoto e la passerella elettorale, l’infinita emergenza extracomunitaria e i provvedimenti disumani del governo, la pena e lo sciacallaggio sul dramma di Eluana, la Chiesa di (altro…)

Read Full Post »


DI PIETRO e il Pd hanno messo sotto accusa il ministro della Giustizia Alfano e due giudici della Corte costituzionale perchè ai primi di maggio si sono trovati a cena, nell’abitazione di uno dei due alti magistrati, Luigi Mazzella, con Silvio Berlusconi, il sottosegretario Gianni Letta e il senatore del Pdl Carlo Vizzini. Per il leader dell’Idv, che ieri alla Camera ha chiesto le dimissioni del ministro e dei due giudici, i convitati avrebbero discusso del lodo Alfano sul quale la Corte dovrà pronunciarsi il 6 ottobre. E’ stata una «cena carbonara e piduista ed è stata compromessa la credibilità della Corte» ha tuonato a Montecitorio Di Pietro (altro…)

Read Full Post »

Roma «Scusatemi, ma devo scappare via perché sto combinando un matrimonio tra Noemi e quell’avvocato inglese, come si chiama… Mills. E naturalmente porterò in dono l’offerta di un viaggio di nozze sugli aerei di Stato, ovviamente gratis». Silvio Berlusconi chiude così l’intervento davanti all’assemblea di Confartigianato, incassando risate e applausi dalla platea. Una battuta per svelenire il clima, ma pure per esorcizzare l’ultimo mese di campagna elettorale durante il quale è stato proprio il mix tra giustizia e gossip l’unico argomento di confronto tra maggioranza e opposizione.
Un Berlusconi di buon umore, dunque. Che mette da parte le «ventidue (altro…)

Read Full Post »

Aula MontecitorioL’Aula della Camera ha approvato il disegno di legge in materia di intercettazioni. Il testo ora passa al Senato.
I voti a favore sono stati 318, 224 quelli contrari. Un deputato si e’ astenuto. In Aula al momento del voto si sono sentite proteste e il grido “Buffoni, buffoni”.
Un “duro colpo allo svolgimento dell’attivita’ investigatica”. Cosi’ il presidente dell’Anm
Luca Palamara commenta il voto della Camera al ddl intercettazioni. “I delinquenti non verranno scoperti e puniti soprattutto quelli che commettono i reati piu’ insidiosi e che mettono a repentaglio la sicurezza nelle citta’, quali rapinatori e stupratori”.
L’ipotesi di franchi tiratori
Chiesto dall’opposizione, lo scrutinio segreto con cui e’ passato il ddl intercettazioni sembra aver regalato 21 voti in piu’ alla maggioranza. Almeno questo dicono
i numeri sulle presenze nell’aula di Montecitorio.
I conti sono presto fatti alla luce dei numeri che si leggono sui tabulati: il provvedimento e’ passato con 318 voti a favore e 224 contrari. Un solo astenuto (l’Svp aveva annunciato questa intenzione).
Al momento del voto nell’emiciclo erano presenti: 188 deputati Pd, 27 Udc e 25 Idv per un totale di 240 parlamentari. Undici i deputati del gruppo misto, 5 schierati
con la maggioranza e 5 con l’opposizione. Quanto alla maggioranza, 244 i deputati del Pdl e 48 quelli della Lega, cui vanno aggiunti i deputati Mpa( 5), il cui gruppo ha dichiarato in aula voto favorevole per un totale di 297.
Fonte (Ansa).

Read Full Post »